Conoscere il Bambù

Il Bambù è una pianta monocotiledone diffusa conosciuta e apprezzata in tutto il mondo per le sue capacità straordinarie : bellezza, rapida crescita (in alcuni generi anche cinque centimetri al giorno) e facilità di coltivazione (talmente facile che spesso può diventare pianta infestante e quindi bisogna intervenire con dovute precauzioni che spiegheremo nell’incontro). Con il suo culmo opportunamente trattato oggi vengono realizzati numerosi e svariati oggetti ( pavimenti, impalcature, telefonini etc). Incredibile e quasi miracolosa (ancora molte sono le cose che riguardano le piante e gli alberi che noi non conosciamo) è la sua fioritura che avviene contemporaneamente in tutto il mondo per ogni singola specie. Le Bambuseae sono una tribù di piante perenni sempreverdi e molto vigorose appartenenti alla famiglia delle Poaceae (Graminaceae) e alla sottofamiglia Bambusoideae. Possono essere alte da pochi centimetri fino a raggiungere notevoli dimensioni (anche 40 metri di altezza e 30 centimetri di diametro). Le radici sono rizomatose e la loro tipologia di sviluppo è molto variabile; infatti ritroviamo specie dove le radici si sviluppano considerevolmente in orizzontale o in verticale e si allontanano molto dal loro punto di origine (bambù monopodiali) ed altre invece che hanno uno sviluppo molto contenuto, con habitus cespitoso (bambù simpodiali). Il loro fusto (chiamato culmo) è cilindrico, con internodi cavi e nodi molto evidenti, dai quali si sviluppano le foglie sottili e lanceolate.


Facebook

Instagram

La storia dietro ogni pianta

La passione e la curiosità di Philippe Smets, collezionista ed esperto di piante, per scoprire specie ricche di storie ed aneddoti come il raro bambù Chimonobambusa tumidissinoda utilizzato da Charlie Chaplin per realizzare il famoso bastone di Charlot.

L'acero è uno degli alberi da giardino più decorativi.

Quando parliamo di Acero intendiamo un arbusto dotato di foglie palmate e lobate, visibilmente screziato di splendide venature, che nella maggior parte dei casi assumono un colore più scuro ed intenso.
In genere le foglie degli Aceri presentano cinque lobi, anche se alcune specie arrivano ad avere anche un fogliame con sette o nove lobi.
Di differente colorazione sono i fiori: rossi, arancio, verdi. 
La loro semplice eleganza raggiunge la massima esplosione di bellezza nel periodo di piena fioritura, quando il loro insieme produce un gradevole effetto alla vista.

Grazie al loro incredibile valore e pregio paesaggistico, gli Aceri sono perfetti per essere coltivati in giardino e spazi verdi di modeste dimensioni.
Le specie più comuni di aceri da giardino sono l’Acer Palmatum e l’Acer Japonicum, che raggiungono dimensioni contenute e si prestano, dunque, ad essere piantati anche in giardini di piccole dimensioni oppure in balconi e terrazzi, all’interno di vasi.